Un valido tool per la verifica del posizionamento
del vostro sito web sui motori di ricerca

Negli anni Google ha aggiornato ed evoluto costantemente il proprio algoritmo per stabilire la classifica dei siti internet all'interno del suo motore di ricerca, la cosiddetta SERP (Search Engine Results Page).

Questi aggiornamenti, a partire dal 2010, hanno causato stravolgimenti delle classifiche e, a parte lo sforzo fatto dale aziende e dai consulenti SEO (Search Engine Optimization) per far rimanere il sito tra le prime posizioni, ha iniziato a delinearsi la necessità di uno strumento affidabile per determinare il posizionamento di un sito internet.

Quello che ha iniziato a succedere è che browser diversi, su Sistemi operative diversi, davano un risultato diverso in classifica; questo perchè una query proveniente da un certo Sistema operativo veniva direzionata ad un server specifico.

Poi Google ha iniziato a privilegiare, ovvero a dare più rilevanza, ai siti più comunemente visitati da quell particolare utente e così bisognava verificare il posizionamento tramite la cosiddetta "navigazione anonima" o "navigazione privata"; infatti in questa modalità di navigazione (il browser per evidenziare che si è in navigazione anonima, si presenta con una combinazione di colori diversa) Google non tiene conto delle preferenze dell'utente ne dei suoi dati pregressi di navigazione.

A seguito dell'update "Venice" del Febbraio 2012, Google ha iniziato a dare più rilevanza ai risultati gelolocalizzati, cioè vicini all'utente che sta facendo la query, o nella città desiderata, nel caso che la query contenga il nome di una località. Google per compensare queste differenze, ha dato all'utente la possibilità di specificare, tramite il bottone "Strumenti di Ricerca" la località dalla quale simulare la query.

In effetti, inserendo "Roma" o "Milano" o "Torino" si ottenevano risultati diversi a seconda della località (una città può avere più o meno siti relativi ad un argomento e quindi più o meno concorrenza nella SERP specifica per quella query). Si è scoperto poi che inserendo come località "Italia", si otteneva una media del posizionamento su tutto il territorio italiano.

In seguito, nel luglio del 2014, Google ha rilasciato l'upgrade denominata "Pigeon" che ha il compito di unire nella SERP i risultati della mappa geografica, le cosiddette schede geografiche di Google Maps che una volta si chiamavano Google Local ma ora è stato espanso, standardizzandolo e dotandolo di più funzioni e gli hanno dato il nome di Google MyBusiness.

Dall'avvento del Pigueon, le classifiche sono cambiate notevolmente da una località all'altra e Google oltretutto ha anche rimosso dal pulsante "Strumenti di ricerca" la possibilità di inserire una località e quindi è esploso il problema relativo alla verifica del posizionamento di un sito internet: mentre l'agenzia SEO vede il sito, dalla sua località, in una certa posizione, il cliente dalla sua località lo vede in un'altra posizione.

Google, per aiutare gli utenti a verificare il posizionamento di un sito, ha espanso la voce "Analisi delle ricerche" della sezione "Traffico di ricerca" della Search Console (www.google.com/webmasters/tools/search-analytics); questo strumento, fornito direttamente da Google, fonisce I dati della posizione media di un sito in base a tutte le ricerche fatte dagli utenti in undato periodo di tempo in una data area geografica. Google per ogni ricerca si memorizza la serp e calcola quindi la posizione media del sito apparso in tutte le serp per una data parola chiave.

Questo strumento attualmente è il più affidabile ed ogettivo che esista per verificare il posizionamento di un sito per una data parola chiave. L'unica cosa che potrebbe non soddisfare completamente il cliente è che lui potrebbe vedere da browser un risultato diverso ma la posizione fornita dallo strumento di Google è senz'altro più affidabile ed una volta compresone il funzionamento, anche il cliente più esigente ne rimarrà soddisfatto.

Consiglio quindi a tutti di usare questo strumento della Search Console di Google per la verifica del posizionamento di un sito in modo da non incorrere in incompresioni tra l'agenzia SEO che si occupa del posizionamento ed il cliente.

Buona lettura da parte dello staff di Logica, agenzia di consulenza SEO a Torino
per il posizionamento siti internet sui motori di ricerca del web.